Francavilla Fontana, Paiano: "Sindaco Bruno non scarichi le colpe su PRC e SEL"

05/01/2016 - Abbiamo appreso delle dimissioni del Sindaco Bruno che ancora una volta addossa le responsabilità della crisi amministrativa su PRC e SEL.

Ricordiamo, se ce fosse ancora bisogno, che l'unica condizione posta dal PRC per rimanere in maggioranza è stata il ritiro del bando sul servizio tributi con lo scopo primario di tutelare i quattro lavoratori della Cerin. Tale condizione è stata posta prima, durante e dopo l'uscita del bando, da ultimo durante la riunione dei segretari e capigruppo tenutasi all'indomani del Consiglio comunale del 21 dicembre scorso (durante il quale il voto contrario di un esponente di NCD ha affossato il nostro ordine del giorno).

La posizione intransigente tenuta dal PD su questo punto fa ben intendere come non ci fosse alcuna intenzione da parte loro di ricucire lo strappo. Inoltre, se si pensa che l'unica condizione posta da SEL, anche questa disattesa, è stata la richiesta di una smentita ufficiale di eventuali accordi tra il PD e il NCD, è evidente anche agli occhi di un bambino che la crisi amministrativa sia attribuibile esclusivamente al PD. Quindi perché scaricare su di noi le colpe delle proprie dimissioni?

Evidentemente, quando ha deciso di non ricomporre la frattura creatasi nella coalizione di centrosinistra, dialogando con parti del centrodestra e quindi tradendo il patto con gli elettori, il PD non ha fatto bene i conti, rilevato che ad oggi non è stata ancora trovata una quadra tra il PD e il NCD.

Almeno per il momento.


da Marco Paiano
Partito della Rifondazione Comunista




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-01-2016 alle 13:23 sul giornale del 07 gennaio 2016 - 1027 letture

In questo articolo si parla di politica, prc, Partito della Rifondazione Comunista, brindisi, francavilla fontana, Marco Paiano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/asdl