Brindisi: ambulante picchiato, sindaco Consales: "Voglio conoscere la vittima dell'aggressione"

08/01/2016 - Truffato e poi menato. È questo il triste epilogo che ha visto coinvolto un ambulante senegalese nella serata di ieri ( 7 gennaio), il quale si è rifiutato di accettare una banconota falsa da una coppia brindisina per l'acquisto di una cinta.

Il ragazzo è stato così picchiato, ma i "furbetti" prima dell'arrivo della polizia sono riusciti a darsi alla fuga. Un episodio che ha indignato la cittadinanza, sollevato opinioni. Solidarietà anche da parte del primo cittadino di Brindisi, Consales, che ritiene il fatto gravissimo.

"Quanto accaduto è gravissimo – afferma Consales – perché a rimetterci sono sempre i più deboli e indifesi e perché Brindisi è sempre stata una delle città più importanti d’Italia in tema di accoglienza. Mi auguro che le forze dell’ordine riescano ad acciuffare i responsabili dell’aggressione a cui andrebbe comminata una pena esemplare. Spero di conoscere al più presto la vittima di questa aggressione per poter porgere le scuse della nostra città”.





Questo è un articolo pubblicato il 08-01-2016 alle 16:03 sul giornale del 09 gennaio 2016 - 848 letture

In questo articolo si parla di cronaca, sindaco, brindisi, senegalese, ambulante, articolo, orsola tasso, banconata falsa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/asju