Barletta: Teatro Curci, “Il Visitatore” che interrogò Freud

14/01/2016 - Riprende questo venerdì la prosa del Teatro Curci di Barletta con “Il Visitatore”, la commedia di Éric-Emmanuel Schmitt. Protagonisti Alessandro Haber e Alessio Boni.

Il background è quello della Seconda Guerra Mondiale. Nell’aprile del ’43, mentre l’Austria viene annessa alla Germania del Reich e Vienna è occupata dalle truppe della Gestapo, un Freud (Alessandro Haber) provato da un tumore alla gola e dall’assenza di notizie sulla figlia portata via dagli invasori, scorge dalla finestra uno strano individuo (Alessio Boni).

I due intavolano una discussione sui massimi sistemi e, tra un sentimento di ripudio e la curiosità di una figura così misteriosa, Freud svela pian piano la natura del Visitatore: non sarà lo stesso Dio che egli ha rifiutato per tutta la sua vita? Oppure è un semplice pazzo che si crede Dio?

Tre spettacoli, il 15-16 e 17 gennaio, per la regia di Valerio Binasco.





Questo è un articolo pubblicato il 14-01-2016 alle 10:35 sul giornale del 15 gennaio 2016 - 2800 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, barletta, il visitatore, articolo, bat, Tania Andreula, teatro curci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/asup