Fasano: arrestato pusher 19enne, denunciata la madre per detenzione abusiva di armi

19/01/2016 - È stato arrestato dai carabinieri della Stazione di Fasano uno studente perché ritenuto responsabile del reato di detenzione in concorso ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Si tratta di Antonio Manuel Lamanna 19enne nato in Germania ma residente a Monopoli. Il giovane, studente dell’istituto professionale alberghiero di Fasano, è stato bloccato mentre stava per entrare a scuola e, nel corso di una perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 5 grammi di hashish, già suddivisi in 5 dosi pronti per essere venduti. I militari hanno eseguito una perquisizione presso l’abitazione del ragazzo dove sono stati rinvenuti ulteriori 20 grammi di hashish suddivisi in 13 dosi, 2 grammi di marijuana essiccata, un bilancino di precisione e materiale per taglio e confezionamento.

Prima della perquisizione però la madre convivente del ragazzo, C. P., 54enne nativa della Svizzera, ha cercato di disfarsi dello stupefacente e per tale motivo è stata denunciata a piede libero per concorso nel reato di detenzione ai fini di spaccio. La donna inoltre è stata denunciata per il reato di detenzione abusiva di armi poiché trovata in possesso di un proiettile cal. 38 special.

Il giovane, a cui sarà anche contestata l’aggravante di cui all’art.80 del d.p.R. 309 del ’90, poiché le sostanze erano destinate a minori, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.


di Redazione
brindisi@viverepuglia.it 

 




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-01-2016 alle 16:52 sul giornale del 20 gennaio 2016 - 1325 letture

In questo articolo si parla di cronaca, brindisi, pusher, fasano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/asFR