Brindisi: Giornata della Memoria, i Giovani delle Acli presentano "Popmemorie: La Shoan nel XXI secolo"

01/02/2016 - Coltivare la memoria per non disperdere il passato è l’impegno che l’intera umanità deve assumersi, tanto più ora che gli ultimi testimoni diretti dello sterminio nazista progressivamente vanno a mancare.

In occasione della celebrazione del “Giorno della Memoria”, i Giovani delle Acli di Brindisi insieme all’Associazione Acli Arte e Spettacolo di Brindisi e le Acli “Città di Brindisi”, con la collaborazione della Presidenza Provinciale delle Acli, i volontari del Servizio Civile Nazionale e la libreria Feltrinelli Point di Brindisi, organizzano, il 04 febbraio p.v. alle ore 17:30, presso la Sala Conferenze del Palazzo Granafei-Nervegna di Brindisi, l’iniziativa, patrocinata dal Comune di Brindisi, dal titolo: Popmemorie: "La Shoan nel XXI secolo".

Nell’incontro saranno presenti il Presidente Provinciale delle Acli di Brindisi, Antonio Albanese, la Coordinatrice Provinciale dei Giovani delle Acli di Brindisi, Chiara Romano e il Presidente delle Acli “Città di Brindisi” e dell’ Associazione Acli Arte e Spettacolo di Brindisi, Claudio Carone.

Nel corso della serata la Coordinatrice Prov.le dei Giovani delle Acli di Brindisi, la dottoressa Chiara Romano e la dottoressa, Federica Caniglia dialogheranno con Francesca R. Recchia Luciani, docente di Filosofie contemporanee e saperi di genere dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” e Francesco Fistetti, docente di Filosofia Contemporanea dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, per presentare due libri intitolati: La shoah spiegata ai ragazzi di Francesca R. Recchia Luciani e Pop Shoah? Immaginari del genocidio ebraico, a cura di Claudio Vercelli e Francesca R. Recchia Luciani, entrambi editi dalla casa editrice il Melangolo.

Il discorso pubblico sulla Shoah, in particolar modo nel XXI secolo, si confronta sempre più frequentemente con i prodotti dell’industria culturale, pensiamo alla profusione di opere filmiche e letterarie che hanno contribuito alla creazione di un immaginario collettivo sul genocidio ebraico, creando in questa maniera una memoria collettiva composta a volte da stereotipi.

In questo contesto che espone questa triste pagina della storia dell’umanità a possibili manipolazioni e distorsioni si rende necessario conoscere da un lato, le tappe storiche che dall’antisemitismo di inizio Novecento hanno condotto ai forni crematori e alle camere a gas, e dall’altro, le categorie di analisi che conducono ad un uso corretto degli immaginari per cogliere il significato da affidare alle nuove generazioni.

L’incontro si aprirà con il filmato, dal titolo omonimo all’iniziativa, realizzato grazie alla partecipazione delle V classi del Liceo Scientifico “Fermi-Monticelli” di Brindisi, dell’I.I.S.S. “E. Majorana” di Brindisi, dell’ I.T.T. “Giorgi” di Brindisi e dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Marzolla-Simone-Durano” di Brindisi. Inoltre, durante l’incontro sarà possibile acquistare i due libri, grazie alla collaborazione della libreria Feltrinelli Point di Brindisi.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-02-2016 alle 08:59 sul giornale del 02 febbraio 2016 - 1335 letture

In questo articolo si parla di attualità, acli, giovani, giornata della memoria, brindisi, nervegna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/as91