Brindisi: On. Matarrelli su arresto Consales: "Riflessione e preoccupazione"

06/02/2016 - La notizia dell'arresto del sindaco di Brindisi Consales non può indurre alcuno a gioirne, tanto per gli aspetti di restrizione della libertà personale di un uomo, quanto per l'esito rovinoso di un progetto amministrativo.

Il dato politico che va rilevato, però, induce ad una riflessione e certamente a molta preoccupazione. In 12 anni due sindaci del capoluogo brindisino sono stati arrestati, sempre per gravi motivazioni e sempre mentre guidavano giunte di centrosinistra. Appena due anni addietro avevo pubblicamente sollevato il problema – politico, non morale – della candidatura di Consales nelle liste per l'elezione del consiglio provinciale, ponendo la questione direttamente al segretario provinciale del PD Maurizio Bruno. Mi furono opposte sguaiate risposte quasi di scherno. Le risposte che invece occorre produrre – ed anche con urgenza – ad un elettorato progressista sempre più disorientato (quando non disgustato) devono avere il timbro del coraggio e della verità. Devono essere esaurienti e convincenti sotto il profilo della pulizia morale e politica. Devono assumere la responsabilità di scelte coraggiose e non opinabili, anche significando un repulisti radicale della classe dirigente, presuntamente nuova o convincentemente vecchia. E' una incombenza che pesa solo ed esclusivamente sulle spalle del PD brindisino e provinciale e che merita la più alta attenzione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-02-2016 alle 13:33 sul giornale del 07 febbraio 2016 - 689 letture

In questo articolo si parla di politica, arresto, pd, brindisi, Consales, Matarrelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/atnh