Brindisi: La voce della città sulla vicenda Consales, lo sfogo di una lavoratrice: " Sommersi dalla vergogna"

07/02/2016 - La vicenda dell'arresto del sindaco di Brindisi, Mimmo Consales, ha scosso non solo il mondo politico, ma anche l'opinione pubblica. Riceviamo e pubblichiamo la voce di uno dei tanti cittadini 'stanchi' di essere rappresentati da chi mette al primo posto i propri interessi.

Sono una cittadina responsabile e ne sono fiera. Sento l'esigenza di dichiarare che sono seriamente indignata da comportamenti e gesti di chi ci rappresenta, parlo a nome mio, ma spero di interpretare il pensiero di molti. Brindisi una città bellissima dove si potrebbe fare tanto,creare varie alternative generando così lavoro e cultura. Invece, per l'ennesima volta ci troviamo nella vergogna di dover osservare che chi potrebbe fare qualcosa pensi solo e soltanto al proprio tornaconto.Sorge spontanea la domanda di quanto vale impegnarsi nel proprio lavoro, quando anziché essere unito a quello degli altri, per raggiungere traguardi importanti, ci si trova ad essere annientati da quei pochi che mirano a raggiungere i propri interessi.
Mina Ruggiero Sterpini

di Redazione
brindisi@viverepuglia.it 

 




Questo è un articolo pubblicato il 07-02-2016 alle 13:46 sul giornale del 08 febbraio 2016 - 2500 letture

In questo articolo si parla di attualità, brindisi, città, articolo, interessi, Consales, lavoratrice, traguardi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/atox