Brindisi: "Signori... le paté de la maison!" Un pasticcio da ridere al Teatro Verdi

15/02/2016 - Una cena di famiglia nel salotto di casa. Sabrina Ferilli è la protagonista con Maurizio Micheli di «Signori… le paté de la maison!», commedia brillante in scena martedì 16 febbraio (ore 20.30)

Cena in famiglia: una bella casa borghese, piatti sfiziosi, buon vino, relazioni parentali e amicali di lunghissima data, grande confidenza e sotterranei attriti. L’annuncio di una paternità e del provocatorio nome che sarà dato al nascituro scatena una carambola di accuse e sgradevoli verità che mettono in discussione i rapporti tra i presenti. È lo spettacolo «Signori… le paté de la maison!», in scena al Teatro Verdi di Brindisi martedì 16 febbraio, con sipario alle ore 20.30.

Sabrina Ferilli, Maurizio Micheli, regista della commedia, e Pino Quartullo sono i protagonisti della messinscena, adattamento italiano della commedia francese «Le prénom» di Alexandre La Patellière e Matthieu Delaporte, gran successo a Parigi nel 2010, film nel 2012 diretto dagli stessi autori (da noi «Cena tra amici») e poi ancora nel 2015 («Il nome del figlio», regia di Francesca Archibugi, con Valeria Golino, Alessandro Gassman, Micaela Ramazzotti e Rocco Papaleo). L’adattamento si mantiene fedele all’originale, ma sposta l’ambientazione a Roma e inserisce alcuni riferimenti alla realtà italiana.

Tutto accade durante una cena, tra parenti e amici di lunga data. Con una padrona di casa, Sabrina Ferilli, in cucina sin dalle prime ore dell’alba per allietare gli ospiti con il suo famoso paté. L’occasione è l’arrivo del primo bebè in casa del fratello, interpretato da Quartullo, e la scelta del nome. La cena ha inizio, tutto sembra perfetto, frasi di convenienza e timidi sorrisi mostrano una leggera tensione, preludio di una bufera emotiva. E così, la serata si trasforma presto in un vero pasticcio, fatto di colpi di scena, incomprensioni, disaccordi, stravaganze, bizzarrie, condito con una buona dose di ironia, sagacia e situazioni comiche. Un crescendo di malintesi, recriminazioni e rimproveri che riaccende vecchi rancori rimossi, verità e antipatie inconfessate, scatenando un autentico putiferio familiare.

L’interno di casa Gambardella (il cognome evoca il personaggio di Tony Servillo de «La grande bellezza»), finemente arredato, diventa un’arena sociale nella quale situazioni imbarazzanti, rabbie represse e scomode verità mandano di traverso la pietanza in tavola, trasformando una réunion familiare in un’aula di confessioni disarmanti. Basta lo scherzo del futuro padre che mette in tavola un improbabile nome per il suo erede per scardinare le convenzioni borghesi e mettere in discussione la fiducia reciproca. L’allestimento in scena a Brindisi, se da una parte fa sfoggio della sua forza comica, dall’altra non risparmia una critica alla società, alle visioni, che trasforma in satira, di un conservatore di destra e di una coppia radical chic di sinistra.

Adattatrice del testo italiano assieme a Carlo Buccirosso, titolare dei diritti per l’Italia, Sabrina Ferilli non ci gira troppo intorno e usa tutta la sua spontaneità: «Vidi lo spettacolo francese a Parigi tre giorni dopo l’esordio assoluto - spiega -. Benché non conosca il francese perfettamente, mi divertii molto e pensai di portarlo in Italia. Allora scoprii che l’agente per trattare i diritti era lo stesso de ‘La Presidentessa’, pièce che io e Micheli avevamo già portato in scena. Tutto andò liscio. Vai a sapere che, a spettacolo pronto, la storia si era trasformata intanto in un successo planetario. A me piacciono le sfide, se avessi saputo come andava a finire forse non mi sarei buttata nel progetto».

Oggi «Signori… le paté de la maison!» è un perfetto meccanismo a orologeria. «La nostra versione - assicura Micheli, nella doppia veste di regista e interprete - è molto più divertente dell’originale. Leggerezza e comicità si uniscono alla satira. Il testo originale era un atto unico di un’ora e venti, noi l’abbiamo esteso a due atti nei quali la mano comica di Buccirosso si sente tutta».





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-02-2016 alle 12:03 sul giornale del 16 febbraio 2016 - 2639 letture

In questo articolo si parla di teatro, spettacoli, brindisi, Fondazione Nuovo Teatro Verdi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/atHZ