Brindisi: Ecologica Pugliese invita la cittadinanza a segnalare l'abbandono dei rifiuti

16/02/2016 - Il periodo di criticità legato alla chiusura della discarica di Formica Ambiente si è rivelato relativamente breve e la rapida risposta che Ecologica Pugliese ha dato sul territorio è riuscita a minimizzare e contenerne i danni collaterali.

Già a partire da sabato 13 Febbraio 2016, infatti, il servizio si è svolto nella piena regolarità e rispettando i calendari di raccolta RSU. Nonostante tutte le azioni di pulizia quotidiana della Città, poste in essere dagli operatori ecologici, duole evidenziare che in alcune zone di Brindisi non si è ancora giunti alla consapevolezza della vera importanza della gestione domestica dei rifiuti.
Mentre una grossa fetta della popolazione si è rivelata collaborativa nell’ ambito dell’ attività di raccolta differenziata, rilevamenti effettuati nella Città continuano ad evidenziare alcune tendenze all’ abbandono indiscriminato di rifiuti di ogni genere e tipo in luoghi dove il servizio è svolto quotidianamente e con cadenza regolare. La situazione ha assunto una certa “sistematicità” in alcune zone dei quartieri Sant’Elia e Paradiso, dove l’abbandono è divenuto pratica quotidiana. Grossi cumuli di rifiuti indifferenziati, tra cui anche ingombranti, vengono puntualmente rimossi dagli operatori addetti ma, nel breve termine, nuove “mini-discariche” si formano in altre zone dello stesso quartiere. La situazione è talmente grave che Ecologica Pugliese, in data 8 gennaio 2016, ha ritenuto necessario inoltrare richiesta all’ amministrazione comunale per un sopralluogo congiunto presso i quartieri Sant’ Elia e Paradiso.
Il trend delle percentuali di raccolta differenziata, è doveroso ribadirlo, dipende in grossa parte dal comportamento responsabile dei cittadini. Ecologica Pugliese, ritenendo che i trasgressori delle norme vigenti siano una realtà isolata rispetto al resto della popolazione, sollecita l’ utenza attenta e responsabile a segnalare e documentare le azioni di abbandono di rifiuti, giacchè, come più volte ribadito, l’abbandono di rifiuti è reato passibile di sanzione pecuniaria.
Si evidenzia, inoltre, che contrariamente a quanto riportato su vari articoli editi in data odierna, secondo cui gli automezzi adibiti al servizio di igiene urbana sarebbero parcheggiati per strada, con conseguenti presunte irregolarità, Ecologica Pugliese tiene a precisare di aver da poco stipulato nuovo contratto per la detenzione di un’ area idonea, regolarmente autorizzata per il deposito di tutti gli automezzi in uso.




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-02-2016 alle 14:25 sul giornale del 17 febbraio 2016 - 1266 letture

In questo articolo si parla di attualità, rifiuti, brindisi, ecologica pugliese

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/atLu