Ostuni: Basket C, Cestistica battuta da una straordinaria Udas Cerignola

22/02/2016 - Si ferma a 4 la striscia di vittorie consecutive della Cestistica Ostuni, battuta in casa dalla fortissima Udas Cerignola in una gara bella e combattuta, che gli ospiti di coach Gigi Marinelli, al 14essimo successo di fila, hanno portato a casa.

Eccessivo il divario finale tra le due squadre: a dispetto del +19 con cui l’Udas ha espugnato il PalaGentile, i ragazzi guidati da coach Curiale hanno dato filo da torcere agli avversari per gran parte della partita, arrivando fino a -3 poco dopo l’intervallo, prima che Cerignola prendesse il largo con lo strappo decisivo a cavallo tra terzo e quarto periodo.

L’Udas che si è vista al PalaGentile era troppo forte per chiunque, come dimostra la lunghissima striscia di vittorie accumulata (dopo lo 0-3 iniziale, ha un record di 17-1): reduce dalle imprese nei derby contro Vieste e Foggia, e dopo aver asfaltato in casa l’Adria Bari, i biancoazzurri hanno subito messo in campo voglia e concentrazione, con un primo quarto perfetto (15-27), e in generale con un gioco offensivo fluido e percentuali altissime. Pur priva di capitan Serazzi e di Ulano, l’Udas si è affidata al duo a stelle e strisce Malat-Voss (36 punti in due), ma soprattutto a Mattia Marchetti (28 punti), quasi infallibile al tiro.

Poco ha potuto fare la Cestistica, nonostante il solito Griffin (33 punti e 9 rimbalzi) e un ispirato Morena (14 punti con 3 triple), protagonista di una sfida di alto livello sotto canestro contro Voss. Ma la grinta e lo spirito combattivo dei gialloblù, capaci di una grande reazione nel secondo quarto (38-44 all’intervallo) e nel terzo, sono piaciuti molto al pubblico del PalaGentile, leggermente più numeroso rispetto alle ultime uscite, e che ha giustamente applaudito i ragazzi alla sirena finale.

Sintomo di un affetto e di una sintonia forse ritrovati tra la città e una squadra che, dopo un periodo difficile e dopo il cambio di allenatore, è riuscita a risollevarsi. E merito di uno staff tecnico che, coach Curiale in testa, con grande serietà e dedizione e tanto lavoro in palestra, ha ribaltato una situazione complicata. La salvezza non è ancora raggiunta (il trio Ruvo-Fasano-Castellaneta è solo 8 punti sotto), ma lo spirito visto in campo nelle ultime settimane fa comunque ben sperare per il futuro.

Intanto domenica prossima si va a Vieste, contro un’altra squadra di altissimo livello, il giovedì al PalaGentile arriverà Foggia, e la domenica successiva si andrà a Manfredonia: un trittico impegnativo contro le squadre più forti del girone, al livello del duo Nardò-Udas.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-02-2016 alle 12:22 sul giornale del 23 febbraio 2016 - 1231 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, Cerignola, ostuni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/atYQ