Brindisi: Caos Cie di Restinco, carabinieri e polizia bloccano un tentativo di rivolta

26/02/2016 - Polizia e carabinieri fermano sul nascere un tentativo di ribellione al C.i.e . di Restinco.

Nella serata di ieri, all’interno di uno dei moduli abitativi del centro di identificazione ed espulsione, due cittadini egiziani, entrambi in Italia senza fissa dimora e irregolari sul territorio in attesa di espulsione, avevano divelto una porta in acciaio, bloccando con essa l’ingresso del recinto di contenimento e con i pioli della stessa avevano creato degli oggetti contundenti, col presumibile intento di riuscire a creare le condizioni per la fuga. I carabinieri del XI Battaglione “Puglia” di Bari insieme al personale della Questura di Brindisi e delle pattuglie della Compagnia CC di Brindisi, nonché i militari dell’operazione Strade sicure, sono intervenuti per normalizzare la situazione, dopo aver forzato l’ingresso, riuscivano a bloccare i due clandestini, i quali si opponevano con violenza ingaggiando una colluttazione con il personale intervenuto.

Gli extracomunitari,Hasan Hasamid, 27 anni e Hassan Abu Elila Badr di 26,sono poi stati tratti in arresto ed associati presso la casa circondariale di Brindisi, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.


di Redazione
brindisi@viverepuglia.it 

 




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-02-2016 alle 12:57 sul giornale del 27 febbraio 2016 - 1428 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, carabinieri, brindisi, cie, rivolta, restinco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auau