Torre Canne: a due passi dalla Selva di Fasano

05/03/2016 - Torre Canne è una frazione del comune di Fasano (BR), a circa 8 km dal capoluogo comunale e a circa 50 km da Brindisi. Torre Canne nel periodo estivo-autunnale ospita quasi 1000 abitanti, nel periodo invernale-primaverile ospita quasi 500 abitanti Località marina con spiagge di finissima e bianca sabbia che rientra nel Parco Dune costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo istituito nel 2006.

Torre Canne è conosciuta per le salutari terme; la conoscenza delle virtù terapeutiche delle acque di Torre Canne risale ad oltre un secolo fa; con tali acque è possibile effettuare ad es. trattamenti di fangobalneoterapia e balneoterapia.

Simbolo della frazione è il Faro che illumina a intermittenza la costa, le scogliere e tutto il mare.

Dagli anni 80, la frazione è cambiata, si è ingrandita. Si sono cominciate a costruire case da affittare ai bagnanti, è stata costruita una chiesa ed è quindi cresciuta anche come località balneare.

Il Pomodoro Regina è il nome di una varietà locale di pomodoro da serbo, coltivata nell'alto Salento tra Fasano e Ostuni, nei terreni salmastri litoranei del Parco delle Dune Costiere, da Torre Canne a Torre San Leonardo fino ad Egnazia, lungo l'antica via Traiana.

Viene raccolto a partire dal mese di luglio: una parte viene venduto fresco e una parte viene riposto in cassette dove subisce un appassimento fino all'inizio di settembre, quando il cotone è pronto per la filatura. A questo punto i pomodorini, legati per il peduncolo con il filo di cotone a formare le ramasole, sono appesi alle volte delle masserie o delle case e si conservano fino alla fine del mese di aprile dell'anno successivo. Un tempo il possesso di molte ramasole era un'espressione di prestigio sociale e di ricchezza familiare: le ragazze in età da marito che ne possedevano molte erano ambite. Il nome di questo pomodoro si ispira alle caratteristiche del peduncolo, che crescendo assume la forma di una coroncina. Le bacche sono piccole e tondeggianti. La buccia, piuttosto spessa – una caratteristica dovuta appunto all'acqua salmastra con la quale si irrigano gli orti vicini al mare – aumenta la conservabilità di questa varietà e la resistenza ai parassiti.

Il clima di Torre Canne, grazie all'azione mitigatrice dell'Adriatico presenta un clima tipicamente marittimo, con escursioni termiche stagionali meno spiccate.





Questo è un articolo pubblicato il 05-03-2016 alle 15:25 sul giornale del 06 marzo 2016 - 3274 letture

In questo articolo si parla di cultura, turismo, brindisi, articolo, torre canne

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auuH