Elezioni Brindisi, Marino alla città:"Taglieremo i vecchi rami e inizieremo una nuova era"

31/03/2016 - Il partito democratico presenta il suo candidato sindaco, il presidente dell'Enel Basket Brindisi Nando Marino.

Marino si, Marino no? Nessuno lo voleva, tranne lui. Lui che ha lottato per averlo nel suo partito, (una coalizione allargata) contro tutto e tutti e alla fine è riuscito nel suo intento, il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano "candida" il presidente dell'Enel Basket Brindisi come sindaco del Partito Democratico alle prossime amministrative e lo presenta alla città che lui tanto ama.Un volto nuovo alla politica, un nome pulito, un imprenditore che con i bilanci ci sa fare, come quelli in negativo che ha il comune di Brindisi e che spera di risanare. Nando Marino, affiancato oltre che dal 'sindaco della Puglia' come lui piace definirsi, anche da Ciro Argese (Ncd) Sandra Antonica ( commissaria cittadina Pd) , Maurizio Bruno( Pd) e Giovanni Brigante ( sviluppo e lavoro) , in una sala gremita di gente.
Emozionato come non mai, usa parole dirette e semplici, deciso verso il cambiamento: " Cambiare la rotta di tendenza, tornare ad essere orgogliosi di essere brindisini - afferma Marino - quando si sente parlare di Brindisi si parla di una città dalle grande potenzialità inespresse, il classico ragazzo che va a scuola e può fare molto di più. Ecco, è arrivato il momento di finire di piangersi addosso, rimbocchiamoci le maniche".
Puntuali i riferimenti alle ultime vicende politiche che han sbattuto il capoluogo adriatico sulle prime pagine nazionali. " Onestà intellettuale, ma più onestà morale -continua il presidente - perché Brindisi non è la città descritta negli ultimi mesi, ma una città fatta da imprenditori, sportivi e gente per bene che non aspetta che trovare qualcuno che la cambi.
Un impegno non da poco in vista delle imminenti amministrative, ma tutto ciò non spaventa l'imprenditore, anzi. " Ci aspettano 70 giorni dove dormiremo poco e lavoreremo tanto - continua Marino - ma l'ho sempre fatto. Apriremo dei comitati, andremo in tutti i quartieri, la cosa che più mi ha convinto a sposare questo progetto è stato quando Emiliano mi ha detto che a maggio si sarebbero trasferito a Brindisi per girare assieme. Taglieremo i vecchi rami e inizieremo una nuova era per poter dire che tra cinque anni saremo cambiati. Vogliamo vincere non ai supplementari, ma subito"
Non sono mancate le domande scomode con risposte altrettanto pungenti e alcune lasciate al futuro che verrà.
Presenti in sala tanti tifosi della prima squadra di basket, Enel Brindisi, affezionati al presidente e gelati, ma in parte già consapevoli, dai possibili avvicendamenti ai vertici di contrada Masseriola : "Qualora dovessi vincere lascerò la presidenza di questa squadra però nomineremo insieme agli amici soci un nuovo presidente, ma nessuno mi potrà togliere gioia e onore di far parte di questa società con le mie quote. Mi distaccherò dalla conduzione quotidiana, ma la squadra di Brindisi - conclude Marino - rimarrà a Brindisi perché è dei brindisini".
Che la vera campagna elettorale abbia inizio!




Questo è un articolo pubblicato il 31-03-2016 alle 00:30 sul giornale del 31 marzo 2016 - 1652 letture

In questo articolo si parla di elezioni, politica, brindisi, marino, articolo, orsola tasso

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/avl0