Latiano, imprenditore chiede un prestito, usuraio riceve il 210% in più: arrestato 41enne

30/03/2016 - Ha dovuto corrispondere per tre mesi oltre il 210% di una somma ricevuta in prestito, fino a quando, non riuscendo più a far fronte alle richieste dell’usuraio ha denunciato il fatto ai carabinieri.

Un imprenditore agricolo di Latiano aveva chiesto 3000 euro in prestito al 41enne mesagnese Fabrizio Zurlo, con l’accordo di restituire il prestito a rate ben 900€ ogni 15 giorni. Zurlo nella serata di ieri (29 marzo)è stato arrestato in flagranza per il reato di usura.

L’imprenditore che aveva già restituito 6300 euro quando ha denunciato ai carabinieri di Latiano di essere sotto usura e di non riuscire più a far fronte alle pressanti richieste di danaro del suo strozzino.

I militari della stazione ieri sono intervenuti mentre la vittima consegnava 900 € relativi agli interessi maturati in 15gg. per il prestito di 3.000 euro stipulato nel dicembre del 2015.

L’arrestato è stato tradotto presso la casa circondariale di Brindisi.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-03-2016 alle 11:26 sul giornale del 31 marzo 2016 - 2066 letture

In questo articolo si parla di cronaca, imprenditore, usura, latiano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/avkz