Peculato, frode e truffa aggravata: arrestati presidente di un'associazione di volontariato e tre collaboratori

20/04/2016 - Sono state eseguite 4 misure cautelari nei confronti del presidente di un'associazione di volontariato e tre suoni collaboratori per i reati di peculato, frode in pubbliche forniture e truffa aggravata.

Dalle prime ore del mattino sono in corso di esecuzione da parte del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Brindisi, su delega di questa Procura della Repubblica, 4 misure cautelari personali degli arresti domiciliari disposte dal G.I.P. del Tribunale di Brindisi, su richiesta della Procura stessa, nei confronti del presidente di un’associazione di volontariato incaricata del servizio di pubblica emergenza/urgenza del 118 Brindisi e di suoi 3 stretti collaboratori, per i reati di peculato, frode in pubbliche forniture, truffa aggravata perché commessa ai danni di un ente pubblico e tentata somministrazione di medicinali guasti e/o imperfetti.

L'ordinanza cautelare si fonda sulle risultanze di una complessa e particolareggiata indagine svolta dalla Guardia di Finanza di Brindisi con il coordinamento della Procura della Repubblica di Brindisi.

I particolari dell'operazione saranno comunicati nel corso di una conferenza stampa alle ore 10:30 di oggi nella sala "Luigi Molendini" di questa Procura della Repubblica.


di Redazione
brindisi@viverepuglia.it 

 




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-04-2016 alle 08:53 sul giornale del 20 aprile 2016 - 1316 letture

In questo articolo si parla di cronaca, 118, presidente, brindisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/av5q