Marino«L’episodio del Parco Maniglio induce ad attenzione per la sicurezza»   

27/05/2016 - «Esprimo solidarietà al papà che ieri è stato aggredito da un ragazzino nel parco Maniglio dopo aver cercato di sottrarre suo figlio e altri bambini dal branco.

Un episodio deplorevole che si è compiuto in presenza di altre famiglie all’interno di un parco che dovrebbe essere il luogo nel quale passare del tempo e rilassarsi. L’accaduto sollecita due temi che abbiamo già affrontato in questa campagna elettorale: la sicurezza nei luoghi pubblici e i minori a rischio». Nando Marino, candidato sindaco di Brindisi per la coalizione di centrosinistra, commenta così il grave caso di bullismo che si è verificato ieri pomeriggio in uno dei parchi più frequentati e vissuti della città. «Occorre fare di tutto per contrastare la percezione di insicurezza dei cittadini – ha aggiunto Nando Marino – e per questo sarà importante realizzare una piattaforma di telecamere nei luoghi sensibili a presidio del territorio. Una città più sicura è una città più bella e vivibile: ciò è legato anche alla qualità della pubblica illuminazione, cui bisognerà mettere mano per potenziare un sistema in più punti vecchio e inadeguato, e, appunto, agli snodi di videosorveglianza che sarà necessario studiare nel dettaglio. Chiaramente crediamo che la migliore prevenzione rimanga il senso civico della comunità, e per questo vogliamo stare al fianco delle associazioni presenti sul territorio per dare una risposta forte a tutti i fenomeni di rischio e di degrado».




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-05-2016 alle 13:12 sul giornale del 28 maggio 2016 - 1392 letture

In questo articolo si parla di cronaca, bullismo, brindisi, nando marino, parco maniglio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/axqq