Intervento di Tiziana Martucci (Noi Centro) sulla via Francigena

13/06/2016 - La via Francigena si ferma a Brindisi”, lo afferma anche l’ex Ministro Rutelli in un’intervista pubblicata quest’oggi 12 giugno 2016 da Il Quotidiano di Brindisi, avvalorando quello che avevamo già da tempo sostenevamo.

Quanto affermato oggi dall’ex ministro, conferma che al Candidato Sindaco Marino è letteralmente sfuggita di mano (o meglio ha preferito lasciarsi sfuggire), ciò che si realizzava a Roma, in presenza dell’assessore Regionale al Turismo, Capone, qualche giorno fa e quindi il tentativo di prolungamento da parte di prelati e vescovi leccesi, del tracciato della Via Francigena del sud sino a S. Maria di Leuca, con il possibile futuro attingi mento, anche da parte di questi ultimi, dei fondi, già destinati al tracciato originale.

La Via Francigena termina a Brindisi, ed è storicamente e scientificamente, un fattore imprescindibile. Il percorso di pellegrinaggio, rappresenta per Brindisi, una reale ed importante opportunità di crescita nell’ambito del turismo culturale e sostenibile, da cui la città deve saper far valere la sua priorità storico-culturale quale Porto terminale, testa di Ponte tra Oriente ed Occidente. È su ciò che il nostro gruppo con Angela Carluccio Sindaca, ha iniziato e continuerà a lavorare, intercettando a sé le risorse ad essa destinate per dar luce ad una progettazione coordinata, finalizzata allo sviluppo di un’offerta culturale ricca ed esaustiva, che soddisfi appieno i fabbisogni dei pellegrini e turisti e porti congiuntamente alla creazione di nuove realtà economiche , nell’ottica del recupero del senso di appartenenza, fondamento del nostro agire, ma da qualcun’altro ormai andato perso.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-06-2016 alle 10:23 sul giornale del 14 giugno 2016 - 851 letture

In questo articolo si parla di politica, brindisi, via francigena, noi centro, martucci tiziana

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ax4q