Coalizione di Centro:"Marino resta un bugiardo: la condanna c'è"

16/06/2016 - "L'inquietante conferenza-stampa tenuta dal candidato Nando Marino con avvocato accanto, che evoca inquietanti analogie con il recente passato, non ha cambiato di una virgola la gravità del comportamento assunto dallo stesso Marino nei confronti di tutti.

"Il candidato sindaco ha infatti implicitamente ammesso quanto emerso dalla documentazione giudiziaria, ossia che nel 2013 ha riportato una condanna penale definitiva a quattro mesi di arresto per reato ambientali.
"Tenuto conto che la tanto declamata 'non menzione' è un istituto giuridico del diritto penale italiano per evitare che la pena possa essere nota ai privati non per ragioni di uso elettorale, e tenuto conto che il sindaco è la massima autorità sanitaria di una città (e in questo caso il candidato ha già riportato una condanna penale definitiva in questo ambito) la bugia pronunciata in più occasioni da Marino ai brindisini resta tale. Gravissima e totalmente pregiudizievole per una città che non può permettersi di avere un sindaco bugiardo prima ancora che si insedi".

La Coalizione di Centro


di Redazione
brindisi@viverepuglia.it 

 




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-06-2016 alle 16:53 sul giornale del 17 giugno 2016 - 998 letture

In questo articolo si parla di politica, centro, brindisi, ballottaggio, angela carluccio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aydt