Il primo Park and Ride a Torre Guaceto: un successo

27/06/2016 - La prima esperienza di “Park and Ride” a Torre Guaceto è stata apprezzata da chi ama la Riserva. Nel fine settimana appena concluso, il Consorzio di Gestione ha messo in atto per la prima volta in assoluto le predisposizioni acquisite nell’ambito della Carta Europea per il Turismo Sostenibile tese a ridurre l’impatto antropico dovuto ad un flusso massiccio di automobili nelle immediate vicinanze della costa.

Le spiagge della Riserva sono tra le più apprezzate e conosciute di tutta la Puglia e da sempre meta di numerosissimi turisti e abitanti del posto durante la stagione estiva. Il Consorzio di Gestione ha già da tempo intrapreso una significativa politica di controllo e regolamentazione dell’accesso al litorale, disciplinando la sosta delle auto a breve distanza dalle spiagge ed implementando il servizio navetta che dall’area di sosta trasporta i bagnanti fino all’arenile. In tal modo si sono fortemente ridotti gli impatti diretti ed indiretti su habitat e specie.
Negli ultimi anni, però, il sempre maggiore afflusso di automobili ha generato alcuni elementi di criticità, il più importante dei quali è la rapida saturazione dei posti disponibili per il parcheggio. Questo comporta quotidianamente una forte congestione di autovetture che da una parte incrementa il rischio che si verifichino episodi o comportamenti in grado di arrecare danneggiamento ai sistemi naturali, dall’altra genera una situazione di evidente degrado visivo e paesaggistico, oltre che di forte insoddisfazione da parte dei turisti.
Per fronteggiare questa criticità, in un’ottica di ulteriore miglioramento, nell’ambito della programmazione per lo sviluppo territoriale e quindi nel piano Cets, con la partecipazione del Forum degli attori del territorio e delle Associazioni ambientaliste, il Consorzio ha previsto l’implementazione di una strategia articolata che punti alla riduzione del numero di turisti che raggiunge il litorale con la propria autovettura.
Una delle azioni di tale strategia consiste nella realizzazione di aree parcheggio localizzate ad una distanza maggiore dagli ambienti naturali, organizzazione che garantisce una marcata riduzione dell’impatto paesaggistico e una decisa minimizzazione delle minacce su habitat e specie (incendi, danneggiamento diretto, disturbo sonoro, etc…).
Ma non solo, anche la realizzazione di un parcheggio di interscambio nei pressi del nuovo Centro Visite di Serranova, che, in accordo col Comune di Carovigno, venga gestito dall’Azienda di Trasporto locale STP, relativamente al trasporto dei bagnanti dalla borgata alla costa.
La localizzazione dell’area di “Park and Ride” è inoltre funzionale a dare forza all’indirizzo strategico che prevede una più efficace valorizzazione dell’area di Serranova. La presenza del parcheggio spingerà un numero maggiore di turisti a visitare il borgo e le sue attività commerciali, il nuovo Centro Visite e a utilizzare i diversi servizi che verranno messi a disposizione presso il Centro.
Il fine settimana appena concluso ha visto la realizzazione del suddetto “Park and Ride” e, aldilà dei fisiologici disagi manifestati dai visitatori dovuti alla novità che, per forza di cose necessita di tempo per far sì che i bagnanti si abituino alla nuova organizzazione, il Consorzio di Gestione ha registrato un risultato incontrovertibile: un annullamento dei flussi automobilistici nelle vicinanze della costa e quindi un abbattimento dell’impatto antropico collegato ad essi. Situazione della quale la Riserva ed i suoi abitanti non possono far altro che giovarsi.
L’esperienza verrà ripetuta anche nei prossimi weekend, mentre nel resto della settimana, gli utenti potranno parcheggiare le proprie auto nell’area servizi “Boa Gialla” di Apani e raggiungere le spiagge grazie al servizio navetta messo a disposizione per loro.
E l’offerta tesa alla promozione della viabilità sostenibile verrà ulteriormente implementata nelle prossime settimane contestualmente all’apertura delle nuove aree parcheggio predisposte dal Consorzio di Gestione in accordo con il Comune di Carovigno.




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-06-2016 alle 16:08 sul giornale del 28 giugno 2016 - 1366 letture

In questo articolo si parla di attualità, turismo, torre guaceto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ayAw