Brindisi, M5S: "Intervento immediato per il canile"

15/07/2016 - Il consigliere regionale, Gianluca Bozzetti, insieme ai dei due neo consiglieri comunali Stefano Alparone ed Elena Giglio, hanno inviato una richiesta formale di urgente intervento presso il canile sanitario di C.da Santa Lucia, indirizzata al sindaco A. Carluccio, al neo Assessore alle Tutele - Salute e Benessere degli Animali F. Scatigno, al direttore Asl Brindisi G. Pasqualone e al Com.te della Polizia Municipale T. Nigro.

Sono giorni che riceviamo segnalazioni sulla mancanza dei servizi minimi di gestione e di approvvigionamento del canile di Brindisi. Bisogni primari che sono di diretta competenza comunale e della Società Brindisi Multiservizi.

Ricordiamo, infatti, che la salute e il benessere degli animali viene solitamente demandata anche alle associazioni di volontariato regolarmente iscritte ma in questi giorni, vista la carenza di volontari durante il periodo estivo o il basso numero di iscritti alle stesse associazioni, ciò non permette una copertura sufficiente atta a garantite le primarie necessità di assistenza. In mancanza dei volontari, quindi, gli animali risultano letteralmente abbandonati a loro stessi”

La legge n° 281 del 1991 “Legge quadro in materia di animali d'affezione e prevenzione del randagismo.” e le successive ordinanze, individuano le responsabilità poste in capo agli Enti regionali, provinciali e comunali, stabilendo, quindi, anche i compiti dei Comuni, tra i quali il risanamento dei canili comunali; la gestione dei canili direttamente o tramite convenzioni con associazioni animaliste e zoofile o con soggetti privati; l’organizzazione, congiuntamente alla ASL, della gestione degli animali di affezione ricoverati nei canili.

Stante le numerose segnalazioni pervenuteci, il costante sovraffollamento e le preoccupanti condizioni in cui ancora si trovano ad oggi i cani ospitati nella struttura di C.da Santa Lucia, chiediamo pubblicamente che ci sia un’attenzione particolare ed immediata sulla questione, chiediamo che si vigili e si controlli perennemente lo stato sanitario del canile e si predispongano interventi immediati per il ripristino delle condizioni necessarie alla sopravvivenza degli animali già fortemente provati da queste giornate di caldo intenso.

Il benessere e la salvaguardia della salute degli animali è oggi tutelata alla stregua di quella umana, con la possibilità di azionare rimedi di tutela allorquando i diritti degli amici animali dovessero risultare violati, trascurati o abbandonati
Gandhi diceva che “il livello di civiltà di un popolo si misura dal rispetto che esso nutre per gli animali”; proviamo quindi a rendere Brindisi un città più civile, non dimenticando anche la tutela degli animali."





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-07-2016 alle 15:36 sul giornale del 16 luglio 2016 - 972 letture

In questo articolo si parla di politica, canile, brindisi, movimento cinque stelle

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/azgu