Brindisi, Marino:"Staff sindaco dalle scelte inopportune,chiara espressione di una sola corrente"

26/07/2016 - Ho molto apprezzato contenuti e toni del comunicato in cui il Partito Democratico ha evidenziato l’esigenza che tutti gli assessori ed il fantomatico staff del Sindaco diano dimostrazione di integrità morale e che la politica rappresenti esclusivamente un servizio e non il modo di sbarcare il lunario per chi non ha redditi rinvenienti da altre attività.

Nel primo consiglio comunale, io proporrò a tutti gli eletti della mia coalizione di presentare le ultime dichiarazioni dei redditi. Sono fiducioso che tutti gli altri consiglieri seguiranno il nostro esempio e che, nel frattempo, lo avranno già fatto sia gli assessori che le persone che stanno lavorando senza incarico.

Parlando dello staff e delle voci riguardanti la sua composizione, mi riesce difficile pensare che la brindisinità tanto sbandierata in campagna elettorale, alla fine della fiera si concretizzi nell’affidare incarichi fiduciari a due persone vicine al francavillese Massimo Ferrarese.

Zingarello Pasanisi è stato il suo più stretto collaboratore alla Provincia ed era stato indicato dal Commissario Prefettizio Castelli come nuovo amministratore della Multiservizi. A tal proposito, considerate le voci di stampa su un possibile ricorso al Commissario per variare gli equilibri di bilancio, spero che Castelli continui a mantenere l’equilibrio consono ad uomo di Stato e che, quindi, la sua vecchia indicazione di Zingarello non rappresentasse un’aperta presa di posizione ma soltanto una svista inopportuna.

Va ricordato anche che Zingarello Pasanisi è il primo amministratore di Senzacolonne News, il giornale diretto da Di Napoli, guarda caso l’altro uomo di cui si vocifera l’entrata nello staff. Un altro uomo che, come tutti sanno – e come posso documentalmente dimostrare – è sempre stato vicino a Ferrarese.

A questo punto sarebbe ora che la Signora Carluccio dichiarasse chiaro e tondo che l’Ufficio Stampa dell’Amministrazione Comunale, diversamente da quanto avviene in tutte le altre realtà e da quanto avvenuto finora a Brindisi, sarà costituito da una persona di sua fiducia e non da una società che ha partecipato ad un regolare bando di gara.

Dico questo perché ho sempre inteso l’Ufficio Stampa del Comune di Brindisi come un servizio informativo a disposizione di tutta la città e di tutta l’amministrazione (compresi consiglieri e gruppi di opposizione). Non è moralmente corretto che il denaro pubblico sia utilizzato esclusivamente per inviare le informazioni pubblicitarie del Sindaco e sia appannaggio di una persona che è sempre stata partigiana e non possiede quei requisiti di obiettività e imparzialità che un ufficio stampa dell’Amministrazione Comunale deve garantire a tutti i componenti dell’Amministrazione e, ancora prima, a tutti i cittadini.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-07-2016 alle 16:20 sul giornale del 27 luglio 2016 - 1259 letture

In questo articolo si parla di politica, brindisi, angela carluccio, marino nando

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/azBs