Ferrarese: "Investire sul Made in Italy per rilanciare l'economia del Paese"

26/07/2016 - Investire sulla promozione del marchio “Made in Italy” per rilanciare l’economia del nostro Paese: è quanto propone Massimo Ferrarese, imprenditore e presidente di Noi Centro.

Il nostro Paese è un contenitore unico di tesori", spiega Ferrarese. "Il marchio Made in Italy, se divenisse un vero brand, potrebbe diventare il primo al mondo, davanti persino a quello di Coca Cola. Ma questa promozione che renderebbe un patrimonio unico luoghi e prodotti - aggiunge Ferrarese - dovrebbe essere condotta direttamente dal governo centrale con un'azione di marketing in tutti i Paesi emergenti, togliendo pertanto delega e fondi alle regioni che, sperando di promuovere il proprio orticello, sperperano risorse senza centrare il vero obiettivo. In tutti questi anni ho visto addirittura piccoli comuni e piccole province sperperare il denaro dei cittadini facendo compiere ai propri assessori costosi viaggi per promuovere sagre di paese", continua Ferrarese.

"Insomma, il ministero del Turismo in Italia (il Paese più bello e attrattivo del mondo) dovrebbe essere il cuore pulsante e non una semplice struttura di rappresentanza, o poco più, qual è adesso.

"Solo in questo modo - conclude Ferrarese, che annuncia di volerne parlare in settimana con i ministri interessati nell'ambito di incontri prefissati per altre questioni - il prodotto Italia (sia dal punto di vista geografico, che storico, imprenditoriale e gastronomico) potrà divenire un brand internazionale talmente forte da contribuire in maniera determinante al rilancio economico del nostro Paese".





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-07-2016 alle 16:36 sul giornale del 27 luglio 2016 - 1438 letture

In questo articolo si parla di economia, italia, made in italy, massimo ferrarese

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/azBy