Pentastellati:"Emiliano e Pd smettano di speculare sulla salute dei tarantini"

2' di lettura 09/12/2016 - Gli otto consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle si esprimono in seguito alle recenti dichiarazioni del presidente Emiliano su Taranto evidenziando che, solo grazie alle querelle con il governo, la sanità tarantina fino ad oggi depotenziata dal suo piano di riordino, può finalmente contare su dei fondi regionali per un polo oncologico. I cinquestelle tornano a ribadire come per il futuro di Taranto l’unica soluzione sia quella proposta dal M5S: la riconversione economica in contrapposizione alla proposta di decarbonizzare del governatore attraverso la quale “Emiliano sta tentando di usare Taranto ancora una volta in chiave politica per giustificare TAP”.

Quando Emiliano parla della sanità tarantina lo sa che è lui l’Assessore alla Salute nella nostra Regione? - dichiarano i cinquestelle -Solo grazie alla querelle tutta interna al PD con Renzi in una gara all’ultimo voto sono improvvisamente spuntati alcuni milioni per la sanità tarantina che fino ad oggi era stata completamente ignorata anzi massacrata proprio dall’Assessore alla Salute Emiliano, che nel piano di riordino oltre ad aver chiuso l’ospedale di Grottaglie, ha depotenziato proprio il “Moscati” di Taranto. Che il governatore pugliese -proseguono - passi più tempo in riunioni di partito o negli studi televisivi romani che in Puglia è un fatto ormai acclarato, ma a questo punto l’augurio che dobbiamo farci da pugliesi è che gli interessi del loro territorio coincidano di tanto in tanto con gli interessi politici romani di Emiliano che ormai, come ampiamente previsto, inizia a sbottonarsi in merito ad una sua candidaturanazionale.”

I cinquestelle commentano poi i dati su Taranto pubblicizzati nel corso dell’evento organizzato dal dimissionario Ministero della Salute: “Lo vadano a dire ai tarantini che l’inquinamento di Taranto è simile a quello di un grande centro urbano.” La speculazione PD sul capoluogo ionico purtroppo non sembra essere terminata secondo i pentastellati: “adesso sembra Emiliano voglia usare Taranto anche per giustificare il TAP, proponendo la decarbonizzazione dell’Ilva, soluzione che non elimina l’inquinamento ed esporrebbe la Puglia ad essere ancora più dipendente energeticamente da stati esteri. Una soluzione utile a nessuno se non al PD e a tessere l’ennesima alleanza sulla pelle dei pugliesi in vista di una scalata nazionale che auspica per sè il Presidente Emiliano.”

“Il Movimento 5 Stelle - concludono - ha già proposto la sua soluzione da tempo: una riconversione economica dell’area per superare l’economia di quella fabbrica gradualmente, come già fatto trent’anni fa da diverse realtà estere. A Taranto serve un piano di riconversione economica, basato sull’utilizzo di risorse di cui la Puglia è già in possesso. A Taranto non serve l’ennesima marchetta elettorale che la porti all’agonia.”


da Alberto Claudio De Giglio

Responsabile Comunicazione M5S Puglia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-12-2016 alle 16:16 sul giornale del 10 dicembre 2016 - 433 letture

In questo articolo si parla di politica, salute, Taranto, cinque stelle

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aEtY