Meglio il Plasma o il Vaccino? Il dilemma della cura Covid

2' di lettura 19/05/2020 - La risposta al dilemma della soluzione curativa per il coronavirus, pare assai complessa e intricata ed ecco il perché:

Com'è già noto, la terapia di trasfusione con il Plasma viene per lo più utilizzata per le ustioni, e per sopperire alla mancanza di liquidi, di sali minerali. Il plasma quindi, contiene anticorpi prodotti dai linfociti B, utili a contrastare appunto virus, funghi, batteri, ed è per questo che è stato sperimentato come cura temporanea al Covid-19.

I buoni risultati di questa terapia sperimentale, fortunatamente non sono tardati ad arrivare, grazie al plasma donato dai pazienti guariti dall'infezione. Il punto però è che per curare una persona, ci vorrebbero circa 2 sacche di Plasma, il che significa che per riempire una sacca di Plasma ci vogliono minimo 2 o 3 donatori.

Un individuo quindi, può donare il proprio Plasma ogni 30 giorni e per curare un malato ci vogliono 3 donatori guariti. Dal momento che la stima dei contagiati è di circa 96.000 persone, ci vorrebbero 2000 sacche di Plasma e quindi i guariti propensi alla donazione del proprio plasma devono essere circa dai 3000 ai 6000 donatori, inoltre, per la donazione del plasma è necessario la compatibilità dei gruppi sanguigni.

Per l'eventuale vaccino invece, si userebbero parti del virus dette epitopi per poter sviluppare anticorpi, e quindi stimolare il proprio sistema immunitario, che nel caso in cui ci fosse un secondo contagio da Covid, grazie alle cellule B della memoria create dal vaccino, andrebbero immediatamente a combattere e contrastare efficacemente il virus.

A tal proposito si potrebbe dire che sì il Plasma è utile per curare gli infetti da Coronavirus, ma non può essere usata come cura assoluta per un elevato numero di persone, anche perchè il plasma non ha la capacità di stimolare il sistema immunitario di un individuo, come bensì fa il vaccino, che garantirebbe una protezione di circa 2 anni, senza rischi e costi che inevitabilmente ci sono con le trasfusioni di plasma.






Questo è un editoriale pubblicato il 19-05-2020 alle 12:22 sul giornale del 20 maggio 2020 - 216 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, salute, virus, comunicato stampa, cura coronavirus

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/blY7