Case occupate abusivamente: la differenza tra Italia e Spagna

1' di lettura 20/05/2020 - In Italia occupare abusivamente case, è diventato un problema pressante, così come succede in Spagna, ma gli spagnoli, pare che abbiano trovato una soluzione diversa...

Con il peggioramento dell'economia sociale dal 2016 fino ad oggi, molte persone che si sono ritrovate in una situazione di degrado, spesso con bambini piccoli a carico, o con altre problematiche, che le ha portate ad occupare abusivamente abitazioni. Ma non solo. Difatti, con i continui sbarchi degli immigrati, la situazione di abusivismo non fa che ingrandirsi: l'occupazione di capannoni, stabili, e case sfitte è all'ordine del giorno.

Questa situazione non fa altro che garantire terreno fertile alla criminalità, spaccio di droga ed altre azioni illegali, e oltretutto non è cosa facile poi, far sgomberare gli abusivi. Questo problema era assiduo anche in Spagna, ma il signor Salvator Palacio, ha pensato bene di dar vita a un'organizzazione, la Desokupa Xpres, che con metodi legali e con l'intervento di professionisti in sicurezza privata, avvocati e guardie scelte, ossia persone fisicamente e psicologicamente preparate, riescono a persuadere gli abusivi a lasciare subito l'abitazione. Il loro pacifico intervento, pare riesca a dare risultati nel giro di 24 ore o al massimo una settimana.

Naturalmente, questo nuovo metodo non è a titolo gratuito, infatti la tariffa per il "pacifico intervento" si aggira intorno ai € 3.000, che varia a seconda delle necessità e degli occupanti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-05-2020 alle 11:03 sul giornale del 21 maggio 2020 - 245 letture

In questo articolo si parla di attualità, abusivismo, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bl30