Coronavirus e zanzare: c'è rischio di contagio?

zanzara 1' di lettura 29/06/2020 - Uno studio fatto dall'Istituto Superiore di Sanità, per valutare, attraverso prove di infezione sperimentale, la possibilità che le zanzare possano essere i vettori del nuovo Coronavirus...

Come ormai risaputo, il Sars-Cov-2 è un virus respiratorio, che si trasmette da uomo a uomo, principalmente attraverso le goccioline emesse con starnuti o colpi di tosse, o portanto le mani alla bocca, al naso a gli occhi, dopo aver toccato superifci o oggetti contaminati di recente.

Ad oggi non ci sarebbe nessuna evidenza scientifica di una trasmissione attraverso insetti che succhiano sangue, come zecche o zanzare, che invece potrebbero veicolare altri tipi di virus, responsabili di malattie come la dengue e la febbre gialla.

Comunque, per scacciare questa preoccupazione, una ricerca condotta da virologi ed entomologi dell'ISS, in collaborazione con l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, avrebbe dimostrato che il Covid-19, una volta penetrato all'interno della zanzara, attraverso un pasto di sangue infetto, non sarebbe in grado di replicarsi, e quindi non potrebbe essere successivamente inoculato dalla zanzara attraverso la sua puntura.


di Angy Trix
redazione@viverepuglia.it





Questo è un articolo pubblicato il 29-06-2020 alle 17:09 sul giornale del 30 giugno 2020 - 353 letture

In questo articolo si parla di attualità, bari, virus, lecce, Taranto, foggia, brindisi, zanzare, puglia, contagio, trasmissione, articolo, bat, covid-19

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bpmZ