Brindisi. Oggiano (FDI): Micorosa, rischio di disastro ambientale e il Sindaco rimane silente

1' di lettura 30/06/2020 - Lo avevamo detto cinque anni fa che l’appalto per la bonifica e messa in sicurezza di Micorosa rischiava di diventare un boomerang e così è stato - afferma il capo gruppo di FdI Massimiliano Oggiano.

Il ribasso del 74% sui lavori in questione non era sostenibile e le riserve per 9.400.000 euro rivendicate dalla RTI aggiudicatarie ne sono la plastica dimostrazione con l’aggravante che la stessa ha chiesto un risarcimento danni al Comune di Brindisi per 13.000.000 euro: oltre il danno la beffa - continua Oggiano.

Ora la società appaltatrice si rifiuta di proseguire i lavori di messa in sicurezza e bonifica della falda del SIN di Brindisi dell’area di Micorosa, che contiene 1.500.000 mc3 di fanghi altamente contaminati da sostanze cancerogene, con il serio rischio di trovarci davanti al più grande disastro ambientale che la Città ricordi.

Il Sindaco deve dire alla Città come intende affrontare questa ennesima emergenza ambientale visto che qualche settimana fa ha utilizzato iniziative forti nei confronti di Versalis salvo poi fare una repentina retromarcia- conclude Oggiano.


da Massimiliano Oggiano

Capogruppo FDI Comune di Brindisi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-06-2020 alle 10:03 sul giornale del 01 luglio 2020 - 264 letture

In questo articolo si parla di ambiente, attualità, brindisi, Sin, fratelli d'italia, fdi, Capogruppo, Comune di brindisi, Capogruppo Fratelli d'Italia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bpoS