Lecce: vietata vendita bevande alcoliche dalle 21 alle 6 del mattino

1' di lettura 15/10/2020 - Il sindaco di Lecce ha emesso un'ordinanza per restringere la movida

Al fine di scongiurare il propagarsi di contagi Covid, il sindaco di Lecce, Carlo Salvemini, ha emesso un'ordinanza per restringere la movida, vietando la vendita di bevande alcoliche dalle ore 21.00 fino alle ore 6.00 del mattino, e la consumazione nei luoghi pubblici, come parchi, giardini pubblici e ville. L'ordinanza è in vigore a partire dal 14 ottobre fino al 13 novembre, e riguarda in particolare i negozi e i distributori.

Il sindaco Salvemini spiega: "L'ordinanza si è resa necessaria per prevenire il formarsi di assembramenti attorno a negozietti e distributori che praticano la vendita, tra le altre merci, anche di alcolici, la cui attività al contrario di quelle di pub e ristoranti, stando al Dpcm, non sarebbe vietata dopo le ore 21. Siamo in una fase delicata, serve lo sforzo di tutti".

"La necessità di evitare le occasioni di assembramento serale per le strade di città, insieme agli altri divieti contenuti nel Dpcm del 13 ottobre, non deve essere vissuta come un ritorno al passato, ma come una misura di prudenza che scegliamo di adottare nel presente per prevenire misure più drastiche", conclude Salvemini.


di Angy Trix
redazione@viverepuglia.it





Questo è un articolo pubblicato il 15-10-2020 alle 12:02 sul giornale del 16 ottobre 2020 - 209 letture

In questo articolo si parla di attualità, movida, bari, sindaco, lecce, Taranto, foggia, brindisi, ordinanza, puglia, restrizioni, articolo, bat, divieto alcol

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/byF6