Lockdown per Covid a Natale? L'analisi di Coldiretti sull'economia, Conte: "Il Governo non può risolvere da solo il problema"

giuseppe conte 2' di lettura 15/10/2020 - A causa del record di contagi Covid raggiunto in tutta Italia, ci potrà essere la probabilità di un lockdown nel periodo natalizio. E Coldiretti denuncia una pesantissima ricaduta sull'economia

Dopo il raggiungimento in un solo giorno di circa 7.332 casi positivi Covid su 152.000 tamponi, ecco che l'ipotesi di un nuovo lockdown per il periodo natalizio, comincia a far capolino. Tale proposta sarebbe stata avanzata da alcuni virologi.

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in risposta ai cronisti, ha dichiarato: "Non faccio previsioni per Natale. In questo momento prendiamo le misure più idonee per prevenire il lockdown. Ma dipenderà molto da quello che sarà il comportamento di tutta la comunità".

"Questa è una partita che vinciamo tutti -sottolinea Conte- altrimenti perdiamo tutti, non potete pensare che ci sia il governo che risolva da solo il problema. E' stata la comunità nazionale che ci ha consentito di affrontare la fase più dura, una comunità benemerita che ha affrontato una prova difficilissima".

"Adesso questa nuova ondata la affronteremo con grande responsabilità. Smettiamola di far polemiche e di fare discorsi, e discussioni e dibattiti. Qui bisogna essere concreti", conclude il premier Conte.

Secondo i dati della Coldiretti/Ixè, un lockdown nel periodo natalizio, sarebbe una ricaduta pesantissima sull'economia dell'Italia, già messa da tempo a dura prova. Il primo settore a pagarne le conseguenze sarebbe il turismo, con una perdita di circa 4,1 miliardi. Ci sarebbe anche da precisare che il settore turistico, a causa della pandemia, questa estate ha subìto un buco di circa 23 miliardi, con un calo di turisti sia italiani che stranieri.

Anche il settore alimentare, le strutture per gli alloggi, i trasporti e i negozi hanno subìto un duro colpo. "Si stima peraltro, che 1/3 della spesa turistica di italiani e stranieri in Italia sia destinata all'alimentazione", spiega Coldiretti.

"In gioco -conclude- c'è un sistema turistico Made in Italy che si compone di 612mila imprese e rappresenta il 10,1% del sistema produttivo nazionale, superando il settore manifatturiero, con 2,7 milioni di lavoratori, il 12,6% dell'occupazione nazionale secondo Unioncamere".


di Angy Trix
redazione@viverepuglia.it





Questo è un articolo pubblicato il 15-10-2020 alle 09:50 sul giornale del 16 ottobre 2020 - 347 letture

In questo articolo si parla di attualità, economia, natale, coldiretti, bari, lecce, Taranto, foggia, brindisi, puglia, articolo, bat, premier conte, lockdown, covid-19

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/byEH