Ospedale di Ostuni, Caroli (FDI): "La provincia di Brindisi bistrattata anche dall'ASL"

2' di lettura 11/11/2020 - Dichiarazione del Consigliere regionale pugliese di Fratelli d'Italia, Luigi Caroli

"Questa mattina, assieme all'On. Marcello Gemmato, al Sindaco Guglielmo Cavallo e ad una rappresentanza del Gruppo Consiliare del Comune di Ostuni, mi sono nuovamente recato presso la struttura ospedaliera di Ostuni, considerato che l'ASL e la sua Dirigenza non rispondono alle nostre richieste ormai da settimane", spiega il Consigliere regionale, Luigi Caroli (FDI), tramite una nota scritta sui social.

"Lunedì l'ASL di Brindisi -sottolinea- ha ufficializzato che l'Ospedale di Ostuni entrerà a far parte della rete ospedaliera COVID. La delegazione di Fratelli d'Italia che nella giornata odierna, insieme a me, ha chiesto di essere ricevuta e ascoltata, non è contraria per partito preso alla conversione del nosocomio Ostunese in Ospedale COVID, ma pretende spiegazioni e chiarificazioni sull'idoneità della struttura e su gli organi che ne hanno certificato tale idoneità, sulla data della quale sarà effettiva tale conversione e soprattutto se, a causa di questa, si dovrà rinunciare al Pronto Soccorso e ad altri servizi".

Poi Caroli, ha rivolto un appello al Direttore Generale dell'ASL di Brindisi: "Constatato il silenzio del Direttore Generale Giuseppe Pasqualone, contattato più volte telefonicamente senza avere risposta, lo invito in tempi celeri a disporre azioni concrete. I cittadini devono esser resi partecipi dell'ammontare delle somme di denaro pubblico investite nella cosiddetta "Piastra". Si deve spiegare perché a Cisternino al momento dell'inaugurazione in pompa magna dell'Ospedale Comunità, avvenuta qualche giorno prima della chiusura della campagna elettorale del Presidente Emiliano, mancassero certificazioni ed autorizzazioni come la SCIA (segnalazione certificata di inizio attività) relativa all'edificio, inviata solo da pochi giorni. E ancora, ribadisco la richiesta già fatta dei COVID drive-in a Ceglie Messapica e Cisternino, pretendendone l'immediata attivazione entro 48 ore".

Infine, Caroli conclude: "Non pretendo risposte in quanto politico, ma pretendo risposte in quanto rappresentante dei cittadini di una terra da sempre mortificata e ancor più messa alla prova dalla situazione emergenziale. E' dovere dell'ASL e della sua Dirigenza dare loro risposte e soluzioni. E, pertanto, mi auguro che ciò avvenga nel più breve tempo possibile".


di Angy Trix
redazione@viverepuglia.it





Questo è un articolo pubblicato il 11-11-2020 alle 22:46 sul giornale del 12 novembre 2020 - 315 letture

In questo articolo si parla di attualità, bari, lecce, Taranto, foggia, brindisi, puglia, fratelli d'italia, articolo, bat, asl brindisi, Luigi Caroli, ospedale di Ostuni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bBFW