Stazione di Brindisi: migrante travolto da un treno, forse suicidio

1' di lettura 11/11/2020 - Ipotesi di suicidio per un migrante travolto dal treno, alla stazione di Brindisi

Nella mattinata di ieri, è stato ritrovato il cadavere di un uomo di 44 anni originario dell'Iraq, presso il cavalcavia De Gasperi, a circa un chilometro dalla stazione di Brindisi.

Secondo quanto riporta Brindisireport, sul luogo del ritrovamento per effettuare le indagini, sono intervenuti gli agenti della Polfer di Brindisi con la Scientifica, i colleghi della Squadra Mobile e il 118. Gli investigatori avrebbero ritrovato i documenti del 44enne a pochi passi dal punto in cui si trovava il corpo.

La dinamica sarebbe ancora tutta da chiarire, dal momento che non sarebbe ancora possibile stabilire né l'ora del decesso e né se il macchinista si sia accorto di qualcosa. Gli investigatori ipotizzano che si tratti di suicidio.


di Angy Trix
redazione@viverepuglia.it





Questo è un articolo pubblicato il 11-11-2020 alle 18:03 sul giornale del 12 novembre 2020 - 192 letture

In questo articolo si parla di cronaca, suicidio, bari, lecce, iraq, Taranto, foggia, brindisi, scientifica, migrante, puglia, cadavere, ipotesi, articolo, bat, stazione di brindisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bBDU