Puglia, FdI: “L’Arpal fra assunzioni e acquisto di immobili sospetti. Emiliano tace, ma il PD perché tollera questo utilizzo dell’agenzia per il lavoro?”

2' di lettura 16/11/2020 - Dichiarazione dei Consiglieri regionali pugliesi di Fratelli d'Italia

Dichiarazione congiunta dei consiglieri regionali di Fratelli d’Italia (Luigi Caroli, Giannicola De Leonardis, Antonio Gabellone, Renato Perrini, Francesco Ventola e Ignazio Zullo).


“Da quando è stata istituita l’Arpal – l’agenzia regionale per il lavoro – non finiamo mai di stupirci per le mirabolanti performance del suo commissario straordinario illegittimo, Massimo Cassano, che ha utilizzato e continua ad utilizzare l’agenzia a scopi più politici che occupazionali. Che questi comportamenti vengano ben tollerati dal presidente Michele Emiliano oramai è noto: i risultati elettorali soddisfano entrambi. Ma che tutto questo venga, invece, tollerato dal Partito Democratico e da altri partiti di centrosinistra, specie di quelli che oggi vedono il movimento politico di Cassano al governo della Regione con ben due assessori, mentre loro non avranno neppure un consigliere regionale a difendere la propria identità politica nella massima assise, appare francamente imbarazzante anche per noi.

Possibile che nessuno di loro abbia un sussulto di dignità e senta, anche non palesemente, il bisogno di unirsi al nostro invito a bloccare l’avviso pubblico per la selezione di 236 persone, scelte da un’agenzia interinale voluta da Cassano, da impiegare nei Centri per l’Impiego senza nessuna selezione di evidenza pubblica, mentre ci sono migliaia e migliaia di cittadini in attesa che si svolga il mega-concorsone. Perché la Regione Puglia deve essere l’ente che sforna più precari di altri enti, che poi si ritrovano nella Pubblica Amministrazione senza concorso, ma perché entrati dalla porta secondaria, grazie a qualche amicizia o parentela giusta, e poi diventati dipendenti con contratto a tempo indeterminato?


Insomma, il Pd – così pronto a fare la morale e a ergersi come faro della democrazia e della meritocrazia - come può tollerare che anche in questa legislatura Cassano tenga sotto scacco l’intera maggioranza finanche con operazioni ancora più sospette come quella dell’acquisto di un immobile da un privato? Ma come, ci sono tanti edifici pubblici e la Regione Puglia ora ne va cercare uno sul mercato? Visto che il presidente Emiliano non ci risponde… il Pd cosa dice?”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-11-2020 alle 12:30 sul giornale del 17 novembre 2020 - 189 letture

In questo articolo si parla di attualità, pd, assunzioni, regione puglia, fratelli d'italia, Michele Emiliano, comunicato stampa, Arpal Puglia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bCak