Puglia e turismo: la preoccupazione delle guide turistiche

1' di lettura 10/06/2020 - Le guide turistiche pugliesi scrivono una lettera all'Anci

Sulle scrivanie dei sindaci di Polignano a Mare e Alberobello, sarebbe giunta una lettera, in cui la sezione Puglia di GTI (Guide Turistiche italiane), esprime la sua preoccupazione a proposito dei progetti di rilancio del turismo a seguito dell'emergenza sanitaria Covid-19, in quanto il settore balneare venga preso più in considerazione, trascurando invece il settore culturale.

Il rappresentante regionale dell'associazione, Luigi Mazzocolli, si è rivolto a Domenico Vitto e Michele Maria Longo, primi cittadini di due delle località più gettonate dai turisti, nonché rispettivamente, presidente e delegato al Turismo dell'Anci Puglia. La richiesta di Mazzocolli è la seguente: "Avviare al più presto una proficua collaborazione con le varie realtà, dando un contributo concreto di idee e azioni, mettendo a disposizione le nostre competenze per ogni iniziativa volta alla promozione del territorio".

Il nocciolo della questione quindi, sarebbe quello di "puntare i riflettori" anche sulle città d'arte, sui patrimoni artistici e culturali del territorio pugliese. Nella lettera, Mazzocolli prosegue: "Rappresentano gran parte della nostra bellezza, e richiedono la professionalità di operatori specializzati per una buona fruizione del patrimonio. Siamo divulgatori culturali, professionisti dell'arte, della storia, dei costumi della società", sottolinea Mazzocolli, che richiede ai sindaci altresì, di considerare le guide turistiche come elementi fondamentali per la ripresa del turismo.


di Hazelnut
redazione@viverepuglia.it





Questo è un articolo pubblicato il 10-06-2020 alle 11:01 sul giornale del 11 giugno 2020 - 194 letture

In questo articolo si parla di attualità, bari, lecce, Taranto, foggia, brindisi, puglia, guide turistiche, articolo, bat

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bnDV





logoEV