Fasano, nuova ordinanza regionale: divieto di spostamento tra Comuni, tutti i negozi chiusi la domenica delle Palme e di Pasqua

3' di lettura 26/03/2021 - Le prescrizioni saranno valide da domani e fino al 6 aprile. A Fasano cimiteri chiusi domenica e il prossimo weekend

Chiusura anticipata di tutti i negozi alle 18 in settimana, ad eccezione di attività di vendita di generi alimentari, di carburante, di combustibile per uso domestico e per riscaldamento, edicole, fiorai, tabaccai, farmacie e parafarmacie.

Nessuna attività commerciale consentita la domenica delle Palme, il giorno di Pasqua e il lunedì di Pasquetta: resteranno chiusi anche supermercati e negozi di generi alimentari; saranno aperte solo attività di vendita di carburante, di combustibile per uso domestico e per riscaldamento, edicole, fiorai, tabaccai, farmacie e parafarmacie.

Divieto di spostamento dal Comune di residenza, domicilio o abitazione verso altri Comuni della Puglia per raggiungere le seconde case, salvo motivi di necessità e urgenza.

Negli uffici pubblici la presenza dei lavoratori deve essere limitata al personale impiegato in attività indifferibili, mentre nelle aziende private deve essere privilegiata la modalità del lavoro agile.

Sono i punti salienti della nuova ordinanza regionale emanata poco fa dal governato Emiliano e che sarà in vigore da domani fino al 6 aprile. Tra le prescrizioni c’è anche il divieto di ingresso e spostamento in Puglia delle persone non residenti per raggiungere le seconde case in ambito regionale.

E per quanto riguarda pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie, l’asporto potrà essere consentito, dalle 18.00 in poi, tramite prenotazione preventiva on-line o per telefono.

Stamattina, inoltre, il sindaco Francesco Zaccaria ha firmato un’ordinanza che prevede la chiusura al pubblico di cimiteri nelle giornate di domani, sabato 27 marzo, domenica 28 marzo, sabato 3, domenica 4 e lunedì 5 aprile. La decisione è stata presa in accordo con la Prefettura e con tutti i sindaci della provincia di Brindisi.

Sarà garantita comunque l’erogazione dei servizi di trasporto, ricevimento, inumazione, tumulazione delle salme e la continuità dell’erogazione dei servizi pubblici essenziali.

La decisione è stata condivisa con la Prefettura e con tutti i sindaci della provincia di Brindisi ed è determinata dalla necessità di evitare qualsiasi rischio di assembramento che potrebbe verificarsi in occasione dei due fine settimana di festività, giornate in cui in genere si registra un incremento di visite al cimitero:

«Per impedire che i contagi tornino a salire dobbiamo evitare tutte le potenziali occasioni di assembramento e quindi ridurre al minimo ogni rischio di diffusione del virus – dice il sindaco Zaccaria –. Proprio ora che a Fasano abbiamo registrato una flessione della curva, non dobbiamo vanificare gli sforzi fatti fino ad oggi anche per aiutare i vaccini ad agire più in fretta possibile.

Ci scusiamo per il disagio che la chiusura, seppur limitata a poche giornate, potrebbe arrecare, ma la necessità di tutelare la salute di tutti ci impone di fare scelte a volte sofferte, ma che sono necessarie»






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-03-2021 alle 15:41 sul giornale del 27 marzo 2021 - 124 letture

In questo articolo si parla di attualità, sindaco, comune, Michele Emiliano, provincia di brindisi, fasano, francesco zaccaria, comunicato stampa, nuova ordinanza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bUDy