Agricoltura in Puglia, Gabellone (FdI): "900mila stagionali esclusi dal decreto sostegno. Il Governo non si pone il problema delle giornate perse"”

1' di lettura 30/03/2021 - Gabellone (FdI): "Ho chiesto a Marcello Gemmato di farsi portavoce nel Parlamento affinché vengano cancellate le disuguaglianze nel settore dei braccianti agricoli, create dal Decreto"

“Il recente ‘Decreto Sostegno’ del premier, Mario Draghi, non contiene le istanze che provengono dai braccianti agricoli. Per questo motivo ho chiesto al parlamentare del mio partito, Marcello Gemmato, di farsi portavoce nel Parlamento dell’accorato appello del settore perché siano messe in atto tutte le azioni utili a cancellare le disuguaglianze create dal Decreto", dichiara in una nota Antonio Gabellone, Consigliere regionale di Fratelli d'Italia.

"Per tutto il 2020 - sottolinea - l’agricoltura è stata esclusa dai bonus ed in molti si aspettavano che con il nuovo Decreto Sostegno ci fosse un cambio di rotta che non solo non c’è stato, ma addirittura sta determinando importanti discriminazioni tra le diverse tipologie di lavoratori del comparto: il Governo riconosce lo stato di crisi delle aziende agricole e le sostiene con la decontribuzione e i ristori sulle perdite di fatturato, ma non si pone il problema di 900mila stagionali che in quelle aziende lavorano e che hanno perso milioni di giornate di lavoro dal momento che, in molti per l’anno 2020 non arrivano nemmeno a 51 giornate lavorative.

Non solo, nel Decreto è riconosciuto il bonus per gli stagionali del turismo ma manca quello per i lavoratori impegnati negli agriturismi o nel florovivaismo. Così come è riconosciuto il bonus al dipendente stagionale di un’azienda commerciale, ma non anche al dipendente di una cooperativa agricola”, conclude Gabellone.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-03-2021 alle 15:39 sul giornale del 31 marzo 2021 - 125 letture

In questo articolo si parla di politica, agricoltura, fratelli d'italia, braccianti agricoli, comunicato stampa, decreto sostegni, antonio gabellone

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bVbn