A S. Maria in Campitelli, per iniziativa di "Tota Pulchra", successo del concerto del gruppo italo-francese "Corale delle Alpi e del Mare"

3' di lettura 08/07/2021 - Nella chiesa di S. Maria in Campitelli, tra i massimi monumenti del Barocco romano (ricostruita nel Seicento come piu' degna sede per un'icona mariana ritenuta miracolosa, già conservata nella vicina piccola chiesa di Santa Maria in Portico), con facciata di Carlo Rainaldi e ospitante anche tele di Luca Giordano, Sebastiano conca e il Baciccio, s'è svolto un concerto strumentale e vocale ad alto livello. Organizzato dall'associazione culturale "Tota Pulchra": che proprio nel 2021 compie 5 anni, come associazione dedita a iniziative culturali di vario genere, e, soprattutto, alla scoperta di nuovi talenti.

L'iniziativa è nata da un gemellaggio tra musicisti francesi e italiani: diretti, questi ultimi, dal Maestro Tonin Xanxhaphili, 8 volte Premio internazionale, insignito anche del "Premio Santa Sede" e dell'altro "Eccellenze italiane": che, docente di violino, ha suonato da solista o insieme ai suoi giovani allievi.Il gruppo musicale che le ha eseguite è, esattamente, l' Ensemble orchestra del "Corale delle Alpi e del mare" (nome che riflette chiaramente l'area di provenienza, compresa tra la Liguria e la costa francese sino alla Provenza), presieduta dall'organista Henry Albert e composta, in gran parte, di giovani diplomati al Conservatorio di Cannes. Son stati eseguiti soprattutto brani della tradizione classica europea: solisti, Tonin Xanxhaphili, appunto, poi la francese Patricia Fernandez, mezzosoprano, e l'italiana Vincenza De Rinaldis.

In ultimo, l'altro artista Allen Pava si è unito all' Ensemble orchestra con la sua splendida cornamusa: con la quale ha eseguito 2 brani ricchi di suggestione. Il celebre motivo - tratto da antiche melodie dei gesuiti - che, nel capolavoro di Roland Joffe, "Mission", un grande Robert de Niro, speduto nella giungla sudamericana, da novello Orfeo eseguiva al flauto "ammansendo" i "leoni/indios": e che l'adozione, da parte dI RAI 1, come sigla del programma della Domenica mattina "A sua immagine", anni fa, ha contribuito a far conoscere maggiormente al pubblico italiano. Poi, l'ancor piu ' celebre "Amazing Grace", brano strettamente legato alla tradizione cristiana.

In chiusura del concerto, Mons. Jean - Marie Gervais, membro del Capitolo vaticano, Presidente di Tota Pulchra, dopo aver ringraziato tutti i bravissimi interpreti, ha riepilogato velocemente progetti e obbiettivi dell'associazione, in Italia e all'estero, in vista, soprattutto, della ripresa dell'attività dopo le ferie estive (ci saranno, comunque, altri 2 pomeriggi dedicati alla musica, il 26 e 27 luglio).

E' seguìto un momento conviviale dell'associazione presso il ristorante - bar "Tucci" di Piazza Navona, con la regìa sempre dell'ottimo Danilo Maira. Cui han partecipato - come nella tradizione di Tota Pulchra - vari ospiti, dai piu' vari ambienti culturali e professionali: come Goiko Celebic, Ambasciatore del Montenegro presso la S.Sede, Giuseppe Bedeschi, Addetto di Anticamera di Sua Santità (che ha informato i presenti sullo stato di salute di Papa Francesco, in via di recupero dopo quest'ultima operazione), i maestri Albert e Xanxhaphili, Alexei Ganzha, studente al corso di

laurea in Beni culturali eccclesiastici della Pontificia Università Gregoriana, l'artista leccese Dominga Pascali,architetto, pittrice con all'attivo varie pertecipazioni a personali e collettive di pittura, la nobildonna russa Maria Ratkova e la giornalista freelancer Marina Caroli, collaboratrice di varie testate. Il Maestro Xanxhaphili ha portato i saluti di Eva Lacertosa, giornalista e conduttrice televisiva, Presidente dell' associazione "Le eccellenze italiane": che porta avanti - con primaria collaborazione di Mons. Gervais - un progetto di pubblicizzazione appunto delle migliori eccellenze del Belpaese, dall'economia alla moda, dalla sanità alla cucina.






Questo è un articolo pubblicato il 08-07-2021 alle 23:04 sul giornale del 08 luglio 2021 - 121 letture

In questo articolo si parla di attualità, roma, lazio, articolo, Fabrizio Federici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b0nf





logoEV