False fatture, sequestro da oltre 2 milioni a 2 società baresi

1' di lettura 11/05/2023 - I finanzieri del Comando Provinciale di Bari hanno dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo di beni nei confronti di due società e dei suoi tre amministratori, per utilizzo di fatture per operazioni inesistenti e indebita compensazione d’imposta.

Il provvedimento, emesso dal gip del Tribunale di Bari su richiesta della locale Procura, costituisce l’epilogo delle attività ispettive eseguite dalla locale Agenzia delle Entrate nei confronti di due aziende baresi attive nella fabbricazione di prodotti per l’edilizia e dei successivi approfondimenti della guardia di finanza. Secondo quanto ricostruito gli amministratori di diritto pro-tempore delle due imprese avrebbero indicato nelle dichiarazioni fiscali - con riferimento agli anni d’imposta 2018 e 2019 - costi inesistenti (documentati da un consorzio di imprese romano), per un importo complessivo di 3,7 milioni di euro, relativi ad attività di ricerca e sviluppo, utilizzando in compensazione, quali crediti d’imposta, quota parte dei suddetti oneri.






Questo è un articolo pubblicato il 11-05-2023 alle 12:22 sul giornale del 12 maggio 2023 - 48 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/d8eZ





logoEV
qrcode