SEI IN > VIVERE PUGLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Costituito in Confartigianato il gruppo regionale dei Luminaristi

2' di lettura
86

Il supporto della più grande associazione di rappresentanza degli interessi degli artigiani e delle piccole imprese per consentire alle aziende che realizzano le luminarie pugliesi di fare un salto di qualità in termini di tutela sindacale, di innovazione e di servizi: con questo spirito si è costituito in Confartigianato il gruppo regionale “Luminaristi”.

Il Consiglio direttivo è composto dal presidente regionale Domenico Paulicelli e dai consiglieri Carlo Perrotta, Vincenzo Memmola e Stefano Carlone, coadiuvati da Vito Maraschio. La nuova “categoria” raccoglie l’eredità dell’Associazione Luminaristi Pugliesi e si prefigge obiettivi ambiziosi. Quella delle luminarie, infatti, è senza dubbio una delle produzioni ambasciatrici della Puglia nel mondo e ha visto negli ultimi anni una forte crescita. Una visibilità che, alle volte, genera fenomeni di imitazione che con il nostro territorio hanno poco a che fare, lontani dalla secolare tradizione dei cosiddetti “paratori”, elemento immancabile di feste patronali ed eventi di paese. Fino a qualche anno fa conosciute solo all’interno dei confini regionali, le luminarie sono diventate nel giro di poco tempo un vero e proprio fenomeno di stile anche nel panorama del design e dell’arredo, al punto da essere riconoscibili in ogni parte del mondo.

“La grande crescita del settore non è casuale: è il frutto di un lavoro che ha visto andare di pari passo la promozione turistica della nostra regione e la spinta all’innovazione, pur nel rispetto della tradizione, dei più qualificati imprenditori pugliesi – ha commentato il neoeletto presidente Domenico Paulicelli. Vogliamo continuare a crescere in visibilità e riconoscibilità ma soprattutto vogliamo fornire risposta ai bisogni delle imprese con azioni e servizi dedicati, a partire dalla nuova legge regionale sull’artigianato e dal relativo regolamento per la valorizzazione delle luminarie artistiche e tradizionali. Di qui l’esigenza di entrare in Confartigianato come gruppo di mestiere, lavorando assieme e utilizzando il supporto, i servizi e le competenze che questa grande associazione ci ha già dimostrato di saper esprimere.”



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-02-2024 alle 17:57 sul giornale del 07 febbraio 2024 - 86 letture






qrcode